News – paginemediche.it: aggiornamenti su medicina, salute, benesserenews.paginemediche.it

Pubblicità
 
Dimensione carattere: A |A|A Stampa 
Invia ad un amico
digg bookmarking del.icio.us bookmarking LinkedIn bookmarking Technorati bookmarking facebook bookmarking Altri Network di Social Bookmarking
  • google bookmarking
  • yahoo bookmarking
  • reddit bookmarking
  • furl bookmarking
  • blogmarks bookmarking
  • blinklist bookmarking
  • simpy bookmarking
  • netvouz bookmarking
  • Windows Live bookmarking
Cardiochirurgia
Comunicati stampa

IRCCS Policlinico San Donato: storico intervento cardiochirurgico su un bambino di otto settimane

Milano, 10 Settembre 2008 -  Può essere definita una vera e propria impresa scientifica l’intervento eseguito all’IRCCS Policlinico San Donato su un bambino camerunense di appena otto settimane, affetto da una malformazione congenita al cuore rarissima quanto impressionante: l’Ectopia Cordis.

L’ intervento è stato eseguito dall’equipe di cardiochirurgia pediatrica dell’IRCCS Policlinico San Donato, guidata dal Dott. Alessandro Frigiola e dal Dott. Alessandro Giamberti, con la collaborazione del Dott. Maurizio Torricelli, Responsabile dell’Unità Operativa di Chirurgia Pediatrica dell’Ospedale Maggiore Policlinico Mangiagalli e Regina Elena e del Prof. Luca Vaienti, Responsabile dell’Unità Operativa di Chirurgia Plastica dell’IRCCS Policlinico San Donato.

L’ Ectopia Cordis, nelle sue varie forme, colpisce complessivamente circa 5-8 bambini su un milione di nati vivi, e nella quasi totalità dei casi conduce alla morte per infezione o per l’impossibilità di procedere chirurgicamente. Si tratta della dislocazione del cuore, che alla nascita del bambino si presenta al di fuori della sua sede naturale e pulsa “nell’aria”, all’esterno del corpo. L’ unica speranza in questi casi è quella di ricollocare chirurgicamente il cuore all’interno della gabbia toracica, impresa quasi sempre impossibile per carenza di “spazio” interno e per l’insorgere di molteplici, gravissime complicanze. E’ difficile reperire notizie precise sui casi di sopravvivenza, in tutto il mondo, dopo l’ intervento chirurgico, quel che è certo è che si tratta di pochissimi, eccezionali eventi.

Al piccolo camerunense operato dall’equipe dell’ IRCCS Policlinico San Donato è stato creato chirurgicamente lo spazio necessario nel torace per accogliere il cuore, successivamente si è provveduto alla ricostruzione del torace, tramite uno strato protesico di gore-tex, uno di costole prelevate dal piccolo e infine uno strato epidermico. L’ intervento è perfettamente riuscito, il bambino è stato dimesso e presenta adesso una conformazione fisica e un’ aspettativa di vita assolutamente normali.

La storia è quella di un bimbo nato in un piccolo e poverissimo villaggio a Nord del Camerun, nelle vicinanze del lago Ciad. Alla sua nascita la madre, non ancora ventenne è disperata per la gravissima malformazione del bimbo, ha bussato alle porte di un piccolo ospedale della zona, trovando fortunatamente l’aiuto di una chirurga inglese che ha contattato i più importanti e prestigiosi centri cardiochirurgici d’ Europa. Dopo una lunga serie di rifiuti, gli unici ad accettare immediatamente il caso sono stati il Dott. Frigiola, cardiochirurgo pediatrico di fama internazionale dell’IRCCS Policlinico San Donato e fondatore dell’associazione umanitaria Bambini Cardiopatici nel Mondo, e il suo collega e membro della sua Equipe, il Dott. Alessandro Giamberti. Prima dell’intervento il piccolo e sua madre sono stati ospitati e assistiti dall’Associazione sandonatese Cuore Fratello di Don Claudio Maggioni, cappellano del Policlinico San Donato.


“Oltre che sul grande valore scientifico dell’intervento, ci preme richiamare l’attenzione sulla storia che lo ha preceduto e sul significato dei rapporti di collaborazione che abbiamo costruito in Camerun nello svolgimento della nostra attività umanitaria” spiega il Dott. Frigiola. “Menzione speciale merita l’ambasciata italiana a Yaoundee, che ha rilasciato immediatamente i visti necessari al trasferimento in Italia del piccolo e sua madre, proprio in virtù del grande legame stabilito con Il Policlinico San Donato e la nostra Associazione per la cura dei bambini cardiopatici camerunensi”.

Il progetto Camerun, che ha come attori principali l’Unità Operativa di Cardiochirurgia del Policlinico San Donato, in cui operano i medici dell’ l’associazione Bambini Cardiopatici nel Mondo, e l’Associazione Cuore Fratello, ha già permesso il trattamento chirurgico di 110 bambini affetti da cardiopatie congenite presso l’ospedale sandonatese, la realizzazione dei primi 15 interventi di cardiochirurgia pediatrica in Camerun, l’apertura del primo centro cardiaco diagnostico e la formazione continua di medici e infermieri camerunensi presso il Policlinico San Donato. Il punto d’arrivo è l’inaugurazione in Aprile 2009 del  primo Centro Cardiochirurgico del Camerun, il Cardiac Center di Shisong, già attivo dal punto di vista diagnostico e che potrà offrire le sue prestazioni anche a tutte le zone confinanti per un’ area abitata da oltre 200 milioni di persone.
 

L’IRCCS Policlinico San Donato fondato nel 1969 è un grande ospedale di ricerca e insegnamento, sede del Dipartimento cardiovascolare Edmondo Malan, che si pone al primo posto in Italia e tra i primi in Europa per volume di attività ed efficacia delle prestazioni nelle malattie del cuore e dei vasi.

E’ sede del Triennio clinico del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Milano e di numerose Scuole di Specializzazione.

E’ il primo ospedale ad alta specializzazione interamente certificato ISO 9002 in Europa, dispone attualmente di 380 posti letto accreditati, 12 sale operatorie e di tutta l’alta tecnologia biomedica e al suo interno operano circa 1.000 addetti di cui 200 medici specialisti.

E’ un’istituzione ospedaliera fortemente attiva anche nella cooperazione internazionale, ha infatti organizzato oltre 170 missioni nei paesi più disagiati con scopo didattico, clinico e umanitario.

E’ anche sede di formazione permanente per specialisti provenienti da diversi Paesi, con l’assegnazione dal 1992 ad oggi di 180 borse di studio.

Il Policlinico San Donato eroga prestazioni di ricovero (ordinario e day hospital), ambulatoriali, specialistiche e di diagnostica strumentale sia in regime di elezione che di urgenza, in tutte le principali specialità medico-chirurgiche e dispone di un Pronto Soccorso DEA integrato nella rete di urgenza-emergenza dell’area metropolitana milanese.

Nei primi mesi del 2006 il Ministero della Salute ha attribuito al Policlinico San Donato la qualifica di “Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico” (IRCCS) per la ricerca e la cura delle “Malattie del cuore e dei grandi vasi nell’adulto e nel bambino” in considerazione dell’eccellenza dell’attività clinica, didattica e scientifica che in esso viene sviluppata.

Segnala il termine che stai cercandoInserisci un commento
Data pubblicazione mer, 10 set 2008
Data ultima modifica ven, 14 nov 2008

Commenti

  • Commento inserito da pasquale gio, 16 giugno 2011 @ 21:42
    Oggetto: grazie al dott.frigiola
    un grazie all equipe del prof frigiola per un intervento di sostituzione della valvola aorta effettuato il 25 .06 .2010 .o trovato una persona di grande umanità che mi a assistito bene ,grazie ancora prof. frigiola.con tanta stima .grassi pasquale.
Commenta l'articolo. Se invece hai un dubbio o un problema da sottoporci, accedi al servizio l'Esperto risponde

Inserisci un commento


sei collegato con il tuo account Facebook
Attenzione: quanto riportato nel campo "Commento" verrà pubblicato online pertanto ti invitiamo a non inserire dati personali (nome, cognome, indirizzo e-mail, recapito telefonico, residenza, ecc. ) o informazioni che potrebbero facilmente farti identificare.
Codice di conferma:
Digita il codice visualizzato. Le lettere vanno digitate minuscole.
security code
I commenti inviati dai lettori sono soggetti ad approvazione.
La redazione di paginemediche.it si riserva il diritto di eliminare commenti offensivi, diffamatori, scritti con linguaggio non adeguato, lesivi della dignità o morale altrui o non pertinenti con l'argomento trattato.
Inserisci un Commento
Sei un medico registrato a paginemediche.it?
Inserisci la tua Username e la tua Password per pubblicare un commento qualificato.
Username
Password
Sei non sei ancora registrato a paginemediche.it come medico puoi farlo qui oppure se non ricordi la tua password puoi richiederla qui.
Pubblicità
Il Glossario di paginemediche.it

Pubblicità

Magazine

Punto di vista

Malattie cardiovascolari e progressi della cardiochirurgia Finanziare la ricerca, anche con il 5x1000, [...]

Malattie cardiovascolari e progressi della cardiochirurgia