News – paginemediche.it: aggiornamenti su medicina, salute, benesserenews.paginemediche.it

Pubblicità
 
Dimensione carattere: A |A|A Stampa 
Invia ad un amico
digg bookmarking del.icio.us bookmarking LinkedIn bookmarking Technorati bookmarking facebook bookmarking Altri Network di Social Bookmarking
  • google bookmarking
  • yahoo bookmarking
  • reddit bookmarking
  • furl bookmarking
  • blogmarks bookmarking
  • blinklist bookmarking
  • simpy bookmarking
  • netvouz bookmarking
  • Windows Live bookmarking
Pneumologia

BPCO: tosse, respiro corto e catarro. Come riconoscerla?

Tosse, catarro che non passa mai, affanno. Sono i sintomi della broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), spesso sottovalutati o ignorati.

Eppure la BPCO, stando all’Organizzazione Mondiale della Sanità, è la quarta causa di morte nel mondo e può portare a un’insufficienza respiratoria talmente grave da compromettere l’autonomia del paziente nello svolgimento anche di semplici gesti quotidiani, come vestirsi o muoversi.

Uno dei problemi principali che ostacolano la lotta alla BPCO è il molto frequente disinteresse che i pazienti mostrano nei confronti dei sintomi, che diventano sempre più gravi ma non vengono affrontati. Il paziente, soprattutto se è fumatore, si convince che tosse, catarro e difficoltà di respirazione siano normali e si abitua a convivere con questi disturbi, limitando sempre di più la sua autonomia nella vita quotidiana.

E invece basta davvero poco per diagnosticare la BPCO e frenare il suo sviluppo è possibile. Per facilitare la comprensione della malattia e la sua diagnosi sono state redatte le nuove Linee Guida internazionali della Global Initiative for Chronic Obstructive Lung Disease (GOLD) che proprio oggi vengono presentate anche in Italia in occasione di un convegno internazionale sulla BPCO, sull’asma e sulle malattie concomitanti.

Fino ad oggi l’unico modo per determinare il livello di gravità della malattia era la spirometria, un test semplice e indolore che misura la funzionalità polmonare. Invece le nuove linee guida prevedono tre passaggi attraverso i quali il paziente può ricevere una diagnosi sicura e una terapia adeguata sulla base di una classificazione in 4 tipi di gravità.

Leonardo Fabbri, presidente del congresso nonché coautore della revisione, spiega che il primo passaggio spetta al paziente che dovrebbe smettere di ignorare i suoi sintomi e rispondere a semplici questionari finalizzati a valutare se i sintomi meritano un ulteriore approfondimento oppure no. Il passo successivo è rappresentato proprio dalla spirometria, grazie alla quale è possibile accertare la funzionalità polmonare. Infine un’attenzione particolare alla storia della malattia e alle eventuali riacutizzazioni che sono responsabili di frequenti ricoveri in ospedale.

Grazie a questi tre passi il medico potrà fare una diagnosi accurata e studiare un percorso terapeutico estremamente personalizzato che riesca a ridurre la gravità dei sintomi e a migliorare la qualità della vita. Se da un lato la BPCO non è una malattia curabile, dall’altro una cura appropriata e uno stile di vita più attento possono fare la differenza: basti pensare che smettere di fumare rappresenta, ad esempio, una delle più efficaci azioni che possono frenare lo sviluppo della BPCO. Per tornare a respirare.

Segnala il termine che stai cercandoInserisci un commento
MFL
Data pubblicazione mar, 28 feb 2012
Data ultima modifica mer, 14 nov 2012
Commenta l'articolo. Se invece hai un dubbio o un problema da sottoporci, accedi al servizio l'Esperto risponde

Inserisci un commento


sei collegato con il tuo account Facebook
Attenzione: quanto riportato nel campo "Commento" verrà pubblicato online pertanto ti invitiamo a non inserire dati personali (nome, cognome, indirizzo e-mail, recapito telefonico, residenza, ecc. ) o informazioni che potrebbero facilmente farti identificare.
Codice di conferma:
Digita il codice visualizzato. Le lettere vanno digitate minuscole.
security code
I commenti inviati dai lettori sono soggetti ad approvazione.
La redazione di paginemediche.it si riserva il diritto di eliminare commenti offensivi, diffamatori, scritti con linguaggio non adeguato, lesivi della dignità o morale altrui o non pertinenti con l'argomento trattato.
Inserisci un Commento
Sei un medico registrato a paginemediche.it?
Inserisci la tua Username e la tua Password per pubblicare un commento qualificato.
Username
Password
Sei non sei ancora registrato a paginemediche.it come medico puoi farlo qui oppure se non ricordi la tua password puoi richiederla qui.
Pubblicità
Il Glossario di paginemediche.it

Pubblicità

Magazine

Focus on

BPCO: i fattori di rischio Fumo di sigaretta e inquinamento [...]

BPCO: i fattori di rischio

Punto di vista

Una giornata senza tabacco Più di sei milioni le vittime del fumo in [...]

Una giornata senza tabacco

Dossier

Capire il fenomeno fumo attraverso le statistiche L'Organizzazione Mondiale della Sanità [...]

Capire il fenomeno fumo attraverso le statistiche