News – paginemediche.it: aggiornamenti su medicina, salute, benesserenews.paginemediche.it

Pubblicità
 
Dimensione carattere: A |A|A Stampa 
Invia ad un amico
digg bookmarking del.icio.us bookmarking LinkedIn bookmarking Technorati bookmarking facebook bookmarking Altri Network di Social Bookmarking
  • google bookmarking
  • yahoo bookmarking
  • reddit bookmarking
  • furl bookmarking
  • blogmarks bookmarking
  • blinklist bookmarking
  • simpy bookmarking
  • netvouz bookmarking
  • Windows Live bookmarking
Laboratorio Analisi

I test del sangue si possono fare in farmacia

Test della glicemia, delle urine, della gravidanza, del colon-retto: sono solo alcuni degli esami che, tra 15 giorni, sarà possibile eseguire in farmacia. E' stato pubblicato infatti in Gazzetta Ufficiale il decreto del ministro della Salute Ferruccio Fazio sulle prestazioni analitiche di prima istanza da potersi eseguire in farmacia.

Si tratta di 'test autodiagnostici', "gestibili direttamente dai pazienti in funzione di autocontrollo a domicilio, ovvero in caso di condizioni di fragilità di non completa autosufficienza, possono essere utilizzati mediante il supporto di un operatore sanitario, presso le farmacie territoriali pubbliche e private".

Ecco nel dettaglio i test che si potranno eseguire: glicemia, colesterolo e trigliceridi; misurazione in tempo reale di emoglobina, emoglobina glicata, creatinina, transaminasi, ematocrito; misurazione di componenti delle urine quali acido ascorbico, chetoni, urobilinogeno e bilirubina, leucociti, nitriti, ph, sangue, proteine ed esterasi leucocitaria; ovulazione, gravidanza, e menopausa per la misura dei livelli dell'ormone FSA nelle urine; colon-retto per la rilevazione di sangue occulto nelle feci.

In farmacia si potranno utilizzare numerosi dispositivi strumentali: dispositivi per la misurazione con modalità non invasiva della pressione arteriosa; per la misurazione della capacità polmonare tramite auto - spirometria; per la misurazione con modalità non invasiva della saturazione percentuale dell'ossigeno; per il monitoraggio con modalità non invasive della pressione arteriosa e dell'attività cardiaca in collegamento funzionale con i centri di cardiologia accreditati dalle Regioni sulla base di specifici requisiti tecnici, professionali e strutturali; per consentire l'effettuazione di elettrocardiogrammi con modalità di tele cardiologia da effettuarsi in collegamento con centri di cardiologia accreditati dalle Regioni sulla base di specifici requisiti tecnici, professionali e strutturali. Nelle farmacie sono inoltre utilizzabili dispositivi semiautomatici per la defibrillazione.

"Le farmacie pubbliche e private - si legge nel decreto - per l'effettuazione delle prestazioni e l'assistenza ai pazienti che in autocontrollo fruiscono delle prestazioni", utilizzano "spazi dedicati e separati dagli altri ambienti, che consentano l'uso, la manutenzione e la conservazione delle apparecchiature dedicate in condizioni di sicurezza nonchè l'osservanza della normativa in materia di protezione dei dati personali".

Le attività erogate "devono essere effettuate nei limiti dei rispettivi profili professionali, nonchè nel rispetto delle altre disposizioni di legge, e sotto la vigilanza dei preposti organi regionali".

Il personale sanitario addetto al supporto dell'esecuzione degli esami "deve essere in possesso delle conoscenze necessarie per l'esecuzione dei test, per le operazioni che consentano un corretto funzionamento dei sistemi in uso, per la eventuale manutenzione strumentale delle apparecchiature, e deve partecipare a corsi di aggiornamento professionale relativi all'utilizzo delle tecnologie adoperate, con cadenza almeno triennale".

Il farmacista ha l'obbligo di esporre nei locali della farmacia, in modo chiaro e leggibile, l'indicazione delle tipologie di prestazioni analitiche disponibili agli utenti, e mette a disposizione dell'utente il dispositivo per 'test autodiagnostico' fornendo i suggerimenti idonei all'impiego.

Segnala il termine che stai cercandoInserisci un commento
Data pubblicazione ven, 11 mar 2011
Data ultima modifica ven, 11 mar 2011

Commenti

  • Commento inserito da adria ven, 2 settembre 2011 @ 17:30
    Oggetto: affidabilità e costi
    Bene, una buona idea,ma chi ci assicura che in farmacia chi effettuerà gli esami sarà qualificato per garantire l'affidabilità dei risultati? E i costi saranno uguali, maggiori o minori di quelli di laboratorio? C'è un tariffario ministeriale, regionale, etc..o il costo è discrezionale? Grazie.
Commenta l'articolo. Se invece hai un dubbio o un problema da sottoporci, accedi al servizio l'Esperto risponde

Inserisci un commento


sei collegato con il tuo account Facebook
Attenzione: quanto riportato nel campo "Commento" verrà pubblicato online pertanto ti invitiamo a non inserire dati personali (nome, cognome, indirizzo e-mail, recapito telefonico, residenza, ecc. ) o informazioni che potrebbero facilmente farti identificare.
Codice di conferma:
Digita il codice visualizzato. Le lettere vanno digitate minuscole.
security code
I commenti inviati dai lettori sono soggetti ad approvazione.
La redazione di paginemediche.it si riserva il diritto di eliminare commenti offensivi, diffamatori, scritti con linguaggio non adeguato, lesivi della dignità o morale altrui o non pertinenti con l'argomento trattato.
Inserisci un Commento
Sei un medico registrato a paginemediche.it?
Inserisci la tua Username e la tua Password per pubblicare un commento qualificato.
Username
Password
Sei non sei ancora registrato a paginemediche.it come medico puoi farlo qui oppure se non ricordi la tua password puoi richiederla qui.
Pubblicità
Il Glossario di paginemediche.it

Pubblicità

Magazine

Focus on

Esami del sangue Tramite il prelievo del sangue è [...]

Esami del sangue